Calcio Italiano Nel nome di Inzaghi, l’erede al Milan è Paloschi

Nel nome di Inzaghi, l’erede al Milan è Paloschi

373

Il centravanti rossonero ha già indicato chi potrà ripercorrere a San Siro le sue orme: l’attaccante del Parma. Superpippo è l’idolo del baby milanista in prestito ai gialloblù: “Il mio sogno è tornare a Milano e vestire la sua maglia”

 

PaloschiAlberto Paloschi è nato un anno prima dell’esordio di Pippo Inzaghi tra i pro, 1990. Ed è il suo erede, incoronato mediaticamente dal bomber del Milan, appena segnato il suo gol numero 300: “Quando vedo giocare Paloschi in lui rivedo la mia voglia. Spero un giorno di potergli dare la mia maglia”. Anche perché lui, il piccolo Inzaghi, le maglie del suo idolo le ha sempre comprate. E ora gongola, l’attaccante del Parma. E sogna nelle coincidenze: Inzaghi ha segnato il primo e il 300esimo gol al Siena, e Paloschi? “Anche io…Sono coincidenze incredibili, speriamo che mi portino dove è arrivato lui”. “Le sue dichiarazioni – dice a Sky – sono molto importanti, fanno piacere. Sono una cosa straordinaria. Fin da bambino ovunque giocasse io compravo la maglia di Inzaghi, è il mio idolo. Per come gioca sembra che non c’è mai, ma lui c’è sempre. E’ questo che cerco di rubargli. Speriamo che possa fare i suoi gol. Lui a 35 anni continua a migliorarsi”.

Persino l’esultanza è uguale…”Ho sempre sognato di andare sotto la curva dei tifosi. Anch’io esulto così per quello. Domenica gli ho mandato un sms, gli ho scritto “Batti proprio tutti i record”, ma lui non ha risposto. Avrà avuto mille messaggi”. Qual è il sogno di Paloschi? “Il primo sogno è di riuscire a tornare in A con il Parma. E poi riuscire un giorno a tornare a Milano”. Magari con la maglia di Inzaghi.


Fonte: Sport Sky

Booking.com