Calcio Italiano Roma: Ranieri “Puntiamo al massimo”

Roma: Ranieri “Puntiamo al massimo”

416

Il tecnico giallorosso ha parlato prima della partenza per Riscono di Brunico


Ranieri“Lo scorso anno abbiamo gettato ottime basi, possiamo toglierci molte soddisfazioni”. Claudio Ranieri e la Roma sono pronti a ripartire. Dopo il secondo posto nell’ultimo campionato, i giallorossi si rimettono in moto per un’altra stagione ad alti livelli. Domani comincia ufficialmente il ritiro a Riscone di Brunico.

“Sono carico al punto giusto, come carichi sono i ragazzi. Già in questi primi giorni, a Trigoria, ho visto voglia di partecipare e di lottare. E’ quello che vogliono vedere i nostri tifosi”, dice il tecnico nella prima conferenza stampa stagionale.

“Il ritiro è fondamentale, è la base su cui si costruisce la stagione. Finora abbiamo svolto un allenamento al giorno, ora passeremo a due sedute. Ovviamente ci sarà qualche giorno di riposo per recuperare”, dice Ranieri, che nel 2009-2010 entrò in scena dopo le dimissioni di Luciano Spalletti. Quest’anno, il tecnico romano avrà la possibilità di plasmare la squadra dall’inizio.

“I ragazzi, la stagione scorsa, sono stati molto bravi a recepire subito il mio messaggio. Siamo riusciti a fare qualcosa di fantastico, i nostri tifosi sono tornati ad essere orgogliosi della propria squadra”, aggiunge. La Roma vuole recitare un ruolo di primo piano in campionato, Champions League e Coppa Italia. “Giochiamo su 3 fronti e, in più, abbiamo la Supercoppa. Non sono abituato a pormi limiti, mi piace guardare sempre avanti. Non voglio illudere nessuno, ma puntiamo a ottenere il massimo”, dice Ranieri.

“Vogliamo confermare quanto di buono siamo riusciti a fare lo scorso anno. Tutte le competizioni sono importanti. Non amo dare priorità a nessuna delle manifestazioni”, chiarisce. Le vicende societarie, aggiunge, non condizioneranno il suo lavoro. “Il mio contratto non è un problema, non lo e’ mai stato da quando sono arrivato. Sarò io a capire quando avrò fatto il mio tempo qui. La famiglia Sensi mi vuole, abbiamo già parlato. Ho avuto altre richieste, ma quando sarà il momento giusto non ci saranno problemi per firmare il nuovo contratto”, afferma.

“La società è ancora in mano ai Sensi e devo a loro se, dopo 35 anni, sono tornato a casa -dice ancora-. E’ saggio lasciare a loro la gestione, mi sembra logico proseguire su questa linea. Io devo garantire voglia, serenità e determinazione che poi si vedranno sul terreno di gioco”.

Capitolo mercato: la Roma vuole trattenere Nicolas Burdisso, arrivato lo scorso anno in prestito dall’Inter. “E’ un giocatore importante per noi”, dice Ranieri. Al momento, l’accordo con l’Inter sembra lontano. “Se i nerazzurri restano ancorati a quelle richieste, non possiamo dare quello che non abbiamo.. L’Inter l’anno scorso non l’aveva messo neanche nella lista Champions…”.

Alla guida dei nerazzurri non ci sarà più Josè Mourinho, con cui Ranieri lo scorso anno è stato protagonista di ripetuti duelli verbali. “Mourinho? Ho altro a cui pensare…”, dice Ranieri sorridendo. Sulla panchina dell’Inter ora c’è Rafa Benitez. “Come Mourinho, è un tecnico ‘italiano': pensano prima di tutto alla fase difensiva. Vedremo quindi un’Inter compatta, l’attenzione ai dettagli e all’organizzazione sarà la solita. Il gap tecnico non puo’ essersi ridotto: dobbiamo provare noi a colmarlo come abbiamo fatto l’anno scorso, arrivando vicinissimi al successo. Andiamo avanti con le nostre risorse e proviamo ad essere competitivi”.


Fonte: Redazione Datasport (AGM Datasport)

Booking.com