Coppe Europa League Il Sassuolo si gioca l’Europa al San Mamés di Bilbao

Il Sassuolo si gioca l’Europa al San Mamés di Bilbao

Eusebio Di FrancesacoA metà settembre il Sassuolo viaggiava a ritmi altissimi in campionato e iniziava nel modo migliore la sua prima avventura europea, sorprendendo con un netto 3-0 l’Athletic Bilbao: sono trascorsi appena due mesi da quel successo, ma per le due squadre le cose sono molto cambiate. I tanti infortuni hanno minato il rendimento dei ragazzi di Eusebio Di Francesco, scivolati nelle zone basse della classifica di Serie A, mentre la compagine di Ernesto Valverde è risalita in Europa League e fa parte del gruppone delle squadre terrestri della Liga, a debita e ragionevole distanza da Real Madrid e Barcellona.

In Europa la situazione è ancora fluida: tutte le squadre del Gruppo F sono racchiuse in un punto e in corsa per la qualificazione, ma a nessuna è permesso commettere passi falsi. Per continuare a sognare il Sassuolo non può perdere a Bilbao, perché a quel punto gli spagnoli volerebbero a +4 in classifica, e un contemporaneo e probabile successo del Genk in casa contro il Rapid Vienna renderebbe inutile l’ultima giornata. Ne è conscio anche capitan Francesco Magnanelli, intervenuto oggi in conferenza stampa: “Affronteremo una squadra micidiale in casa e più abituata di noi a giocare questo genere di partite. Abbiamo grande rispetto per l’Athletic, ma sappiamo anche che per continuare in Europa dobbiamo fare assolutamente risultato.

Ma al San Mamés è davvero dura per tutti, chiedere al Genk o al Villarreal, battuto qui nel weekend, per eventuali conferme. “Domani affronteremo una squadra davvero molto forte, che ho sempre definito la favorita del nostro girone. Detto questo, noi non siamo venuti a Bilbao per fare una passeggiata, bensì per provare a metterli in difficoltà,” gli ha fatto eco mister Di Francesco, che per l’occasione recupera Matteo Politano. “Siamo una squadra piccola e dobbiamo ancora crescere. Devo fare i complimenti al Bilbao, ha uno stadio bellissimo che sembra un hotel a cinque stelle. Parlo a nome di tutti i sassolesi, per noi è davvero un onore essere qui.

Il Sassuolo è un po’ con le spalle al muro. Peccato per lo sfortunato pareggio casalingo contro il Rapid tre settimane fa, perché quei due punti svaniti a tempo scaduto potrebbero pesare come un macigno.

http://it.uefa.com/

Booking.com