Calcio Italiano Serie A – Beckham prova a rimanere

Serie A – Beckham prova a rimanere

434

I suoi avvocati sono già al lavoro per risolvere il contratto con i Galaxy. L’inglese, però, non è positivo: “Non c’è alcuna possibilità che io torni in Italia prima della fine dell’anno”

 

BeckhamTrent’anni fa il Milan conquistava il suo decimo tricolore, lo scudetto della stella, firmato Rivera, Baresi, Novellino. Grandi campioni allenati da Liedholm, campioni di un’epoca passata ma sempre presente nei ricordi dei tifosi rossoneri. Quello scudetto fu un po’ uno spartiacque, sanzionò la fine di un ciclo e l’inizio di un nuovo corso all’insegna di Galliani e Berlusconi.

Oggi, a trent’anni di distanza, il ciclo non è finito ma prosegue con nuovi campioni entrati nel cuore dei supporters del Milan. Uno di questi si chiama David Beckham, classe 1975, di nazionalità inglese ma adottato dai tifosi del Diavolo che non vogliono più farlo andare via. Il cartellino del centrocampista, infatti, com’è ben noto, è di proprietà dei Los Angeles Galaxy. Il soggiorno a Milano è agli sgoccioli e Becks a giugno dovrà tornare negli Stati Uniti. Il pubblico di fede rossonera, però, non ci sta, la società di via Turati non ci sta, il giocatore, soprattutto, non ci sta e ha movimentato un agguerrito staff di avvocati per risolvere la questione e rimanere, definitivamente, a Milanello.

Questa sarebbe la soluzione ideale per l’inglese che potrebbe, così, continuare ad allenarsi, non perdere l’attuale stato di forma e prepararsi, serenamente, ai Mondiali in Sud Africa del prossimo anno. Un obiettivo che Beckham non ha mai nascosto, un evento a cui vuole partecipare da protagonista con la Nazionale dei Tre leoni. In caso di rescissione del contratto con il club di Los Angeles il 30 novembre 2009, il giocatore potrebbe giocare ancora con il Milan dal gennaio 2010. Beckham, però, preferirebbe iniziare il campionato e la Champions League con la maglia rossonera. Una questione intricata ma presumibilmente risolvibile, magari con qualche grossa penale da pagare ai Galaxy. Questo, però, è l’ultimo dei problemi per Becks, i suoi legali sono già al lavoro. Non sarà facile, bisogna tenere in conto anche gli accordi tra il centrocampista e la Major Soccer League, lo stesso interessato ne è consapevole e non si sbilancia, anzi, nega tutto. “Non c’è alcuna possibilità che io torni in Italia prima della fine dell’anno”, ha dichiarato.

Si preannuncia un tormentone in piena regola destinato ad allietare il calciomercato estivo. Ma se Becks riuscisse a iniziare la stagione con il Milan, sarebbe un punto importante messo a segno dai rossoneri. Si parla tanto di inizio di un nuovo ciclo, del bisogno di rifondare la squadra… l’inglese potrebbe essere il punto di partenza per l’inizio di un nuovo corso che potrebbe essere di buon auspicio. Proprio come trent’anni fa, quando arrivarono Galliani e Berlusconi che, dopo lo scudetto della stella, diedero vita al Milan vincente.


Fonte: Lorenza Teti / Eurosport

Booking.com