Calcio Italiano Serie A – “Mourinho? Non gli piace stare zitto”

Serie A – “Mourinho? Non gli piace stare zitto”

434

Le parole dei protagonisti di Inter-Fiorentina: Mourinho non si presenta, ma viene rimpiazzato dal suo vice Baresi. Polemico e rabbioso Comotto, mentre Frey elogia il collega Julio Cesar

 

MourinhoGiuseppe Baresi difende ovviamente la scelta di Mourinho di non presentarsi in sala stampa dopo la vittoria sulla Fiorentina e si mostra stupito per l’espulsione del tecnico: “Non si è capito il motivo della sua espulsione e l’arbitro ha deciso di lasciare Mourinho fuori da interviste. Non ha fatto nulla di particolare”. L’allenatore in seconda dell’Inter, poi precisa: “E’ stata una reazione per un fallo su un suo giocatore, questa espulsione mi sembra un po’ afrettata. La reazione di Mourinho era per difendere Santon”.

“Ci sono stati vari episodi solo da una parte, ammonizioni solo a noi, c’era il modo di arrabbiarsi. La squadra ha meritato la vittoria con grande voglia. Era ben organizzata in campo e ha concesso poco alla Fiorentina. Champions League? La maggior parte, juventini e milanisti, anche se italiani hanno avuto piacere che siamo usciti. Il futuro?Ci sarà il tempo per fare programmi e prendere decisioni”.

L’allenatore in seconda si esprime poi sullo ‘Special One': “Mourinho è una persona cordiale, simpatica e scherzosa…Ma quando tiri il sasso e poi nascondi la mano….A lui piace rispondere e farsi rispettare. Non gli piace stare zitto. Certamente risponde a chi lo istiga”.

José Mourinho, dopo aver disertato le interviste a fine partita, in realtà rilascia qualche commento ma solo a Inter Channel e si dice sicuro che l’Inter vincerà lo scudetto. “Con questo carattere, questa voglia, questo spirito, la squadra finirà sicuramente per vincere il campionato” ha detto il Mou al termine della gara contro la Fiorentina. “Noi stasera avevamo dei problemi, Chivu si è sacrificato per giocare, ma poi l’ho dovuto cambiare e Cambiasso ha preso il suo posto. Era una partita dura psicologicamente la Fiorentina ha giocatori di grande qualità”. Il prossimo ostacolo sarà la Reggina, poi la pausa per le Nazionali: “La sosta sarà importante per recuperare” conclude Mourinho.

Grande traguardo per Javier Zanetti che raggiunge Giacinto Facchetti: “Ho fatto tantissime partite e ho festeggiato con questa vittoria. Il pubblico ci è stato vicino e l’Inter continua a vincere ed a avvicinarsi al nostro traguardo, lo scudetto”.

Deluso ovviamente il tecnico viola Cesare Prandelli: “E’ veramente difficile commentare il primo gol, Frey mi ha detto che ha avuto paura della gamba di Ibrahimovic. Jorgensen ha dato equilibrio, Felipe ha dato peso e penetrazione e mi sembra che sia una soluzione da continuare a sviluppare. Dobbiamo però essere più veloci sulle fasce. Credo che abbiamo avuto una reazione contro una grande squadre in una piazza difficile. Mancano dieci partite, se questo è lo spirito posiamo fare grandi cose. Ci sono stati dei momenti di tensione, ma adesso è tutto a posto era un problema con la critica locale che ho ritenuto eccessiva”.

Il portiere Sebastien Frey se la prende un po’ con gli episodi: “I palloni sono abbastanza leggeri e sul secondo gol è sceso tantissimo, mentre sul primo Ibra ha fatto gioco pericoloso e ha messo la gamba alta rallentando l’uscita. Mi ha chiesto anche scusa… Oggi a parte il risultato tenevamo a fare una buona gara come squadra, sapevamo che era difficile fare punti a San Siro. Julio Cesar è bravissimo e credo che faccia la differenza, gli faccio i miei complimenti. E’ bello vedere un collega che sta andando bene”.

Gianluca Comotto è invece vivamente rammaricato: “Bisogna avere rabbia perché dovevamo portare a casa almeno un punto, questa partita potevamo pareggiarla. Loro hanno creato poco e fatto due gol su palle inattive. Sul piano del gioco abbiamo giocato solo noi. Il fallo di Santon era netto ed era da espulsione. Oggi mi sembra che abbiamo giocato sopra ritmo rispetto all’Inter, abbiamo pressato nel momenti giusti e no ci siamo riusciti. La corsa Champions? Non cambia niente, era importante far vedere il cuore e se giochiamo così faremo altri punti”.

Fonte: Eurosport

Booking.com