Coppe Europa League Paulo Sousa: «La Fiorentina va in campo sempre per vincere»

Paulo Sousa: «La Fiorentina va in campo sempre per vincere»

Paulo SousaSi dice sempre che vincere aiuta a vincere e che per la crescita di una squadra è fondamentale una certa continuità di risultati. Due cose molto lontane dalla Fiorentina, apparsa assai altalenante in questa prima parte di stagione. Nelle ultime partite però qualcosa sembra cambiato: i Viola sono reduci da tre successi nelle ultime quattro partite, e il pareggio contro il Crotone è giunto al termine di una gara giocata su un campo impossibile.

Questo non è di certo sfuggito a Paulo Sousa, intervenuto in conferenza stampa: “Nelle ultime settimane abbiamo ritrovato un po’ di continuità in termini di gioco. Questo ci sta portando a dominare maggiormente le partite, creando più occasioni da rete che poi ci permettono di ottenere anche migliori risultati. Stiamo crescendo e questo ci darà ulteriore consapevolezza e convinzione nei nostri mezzi“, ha dichiarato il portoghese.

Quello di stasera è un vero e proprio testa coda. La Fiorentina guida il Gruppo J di Europa League con sette punti, lo Slovan Liberec è ultimo con appena un punticino: l’obiettivo può essere uno solo. “Il nostro obiettivo è quello di vincere tutte le partite, e per in Europa vale lo stesso. Lo Slovan basa la sua forza nell’intensità e nella motivazione dei giocatori, e dopo il secondo tempo all’andata, nel quale siamo andati in difficoltà, lo saranno ancora di più. Tocca a noi giocare con l’intensità necessaria per affrontare una squadra che a Firenze darà tutto“, ha aggiunto Sousa.

I Viola hanno vinto le ultime due e sempre segnato nelle ultime cinque gare casalinghe in Europa, non hanno mai perso in competizioni UEFA contro squadre della Repubblica Ceca (4V 2P), hanno sempre superato il turno nelle quattro occasioni in cui hanno partecipato a questa competizione, possono vantare il secondo miglior attacco del torneo con otto gol (solo lo Zenit San Pietroburgo ha fatto meglio con 11) e due tra i capocannonieri, ovvero Nikola Kalinić e Khouma Babacar, sono entrambi a quota tre.

Per battere l’avversario di domani, 59 posizioni più in basso nel ranking UEFA (34 contro 95), dovrebbe essere più che sufficiente, a patto che non lo si sottovaluti e che non ci siano cali di tensione come quelli nel secondo tempo di due settimane fa. E perché questo non accada, capitan Gonzalo Rodríguez ha lanciato un appello ai tifosi: “Venite a seguirci numerosi. In Europa non è mai facile, abbiamo bisogno del vostro aiuto e vi prometto che faremo di tutto per vincere“.

http://it.uefa.com/

Booking.com