Calcio Italiano Thohir, non solo Inter: Accrescere la Serie A in Asia con i...

Thohir, non solo Inter: Accrescere la Serie A in Asia con i diritti televisivi

Il presidente dell’Inter Erick Thohir è partito a razzo nella sua avventura nerazzurra,  allargando il suo piano di intervento anche alla gestione globale del calcio italiano,  partendo da quello che rappresenta le maggiori entrate per le società: i diritti televisivi. Thohir, infatti, nella trasferta londinese, durante la quale ha avviato anche i contatti per l’acquisto di Lavezzi con la famiglia proprietaria del Psg, ha incontrato i vertici di Al Jazeera e Bein Poin, ovvero i principali leaders nella vendita dei diritti televisivi del calcio italico all’estero. L’idea del magnate indonesiano è quella di accrescere la rilevanza della Serie A in Asia creando le condizioni per un aumento degli introiti derivanti dalla cessione dei diritti, nulla di più chiaro e semplice.

Ma per ottenere questo risultato Thohir innanzitutto deve cominciare a farsi vedere con maggior frequenza in Lega Calcio per assumere il ruolo di trascinatore e guidare quindi il calcio nostrano verso una riforma importante dal punto di vista degli orari delle partite perchè il vero problema individuato dal numero uno di corso Vittorio Emanuele in merito allo scarso appeal del nostro massimo campionato nel continente asiatico risiede proprio nella differenza di fuso orario. Per questo si pensa a cambiare gli orari degli anticipi innanzitutto, ovvero, anzichè il sabato alle ore 18:00 e alle 20:45, giocare alle 15:00 e alle 16:00. In questo modo le tv come Al Jazeera avrebbero maggior possibilità di introitare, quindi pagherebbero di più i diritti ma soprattutto in generale il brand delle squadre italiane avrebbe un’autostrada davanti per il suo sviluppo.

Insomma, Thohir non sembra uno sprovveduto ma un imprenditore con le idee chiare in termini di gestione globale del calcio e per questo i tifosi nerazzurri possono dormire sonni tranquilli anche dal punto di vista del calciomercato, il loro presidente forse non spenderà da subito tanti soldoni nella campagna acquisti di gennaio che spesso si rivela poco producente dal punto di vista tecnico, ma la sua idea di riportare l’Inter ai vertici del calcio internazionale nel giro di un paio d’anni non va presa alla leggera.

Booking.com