Calcio Italiano Calendario Serie A 2013-14, la parola agli allenatori: Per Montella è subito...

Calendario Serie A 2013-14, la parola agli allenatori: Per Montella è subito Catania

976

Vincenzo MontellaAndrea Mandorlini, tecnico del Verona, ha rilasciato delle dichiarazioni dopo la compilazione del calendario Serie A Tim 2013-14: “L’avvio? Stimolante ed emozionante. Incontrare il Milan alla prima giornata sarà bello, ma le squadre bisogna affrontarle tutte prima o poi, e non dobbiamo assolutamente fare calcoli. La Serie A sarà un percorso lungo e difficile, noi ci vogliamo far trovare pronti”.

Schietto e diretto come al solito. Mister Delio Rossi non si lascia smuovere neppure dalla compilazione del calendario della prossima Serie A. Una stagione che vedrà la Sampdoria debuttare a Marassi davanti al proprio pubblico con la Juventus scudettata e sfidare i rivali cittadini nel derby della Lanterna già il 15 settembre prossimo, alla terza giornata, subito dopo la prima sosta del campionato.

Tosto. «Sarò banale, ma prima o dopo dovremo affrontarle tutte – commenta laconico il tecnico doriano -. Detto questo, l’inizio è molto tosto, ma ci servirà per entrare nel clima giusto e capire cosa ci aspetta. Sfidare i Campioni d’Italia sarà affascinante, ma dimentichiamoci quello che è accaduto lo scorso anno: la Juve rimane la squadra più forte del campionato».

Stracittadina. «Il derby alla terza giornata accorcerà le attese per una sfida che la gente punterà sul calendario già da oggi – conclude Delio Rossi -. Arriverà dopo la prima sosta, quindi da un lato avremo due settimane di tempo per prepararlo, dall’altro lo dovremo fare senza i nazionali».

“Dovremo lottare dalla prima all’ultima giornata” ha dichiarato il tecnico Stefano Colantuono, tecnico dell’Atalanta, che, in estrema sintesi, ha così commentato il cammino della sua Atalanta nel campionato di Serie A TIM 2013-2014.

Sembra essere già in clima campionato l’allenatore nerazzurro, massima concentrazione sempre, guai a rilassarsi. Un assaggio di Serie A del resto la si è avuta questa sera con la compilazione dei calendari.

“E’ una partenza abbastanza equilibrata -ha commentato Colantuono entrando in merito al calendario nerazzurro-, nelle prime quattro giornate affronteremo due squadre alla nostra portata e due squadre che hanno nei loro obiettivi un campionato diverso dal nostro. Nel girone di andata giocheremo più scontri diretti fuori casa, ovvio il tutto si ribalterà nel girone di ritorno. Poi alla fine, come due anni fa, chiuderemo con Milan e Juventus, con il Catania al posto della Lazio. Tutto dipenderà da noi, da come partiremo. Ci sarà da lottare dalla prima all’ultima giornata. Ovvio dovremo cercare di chiudere il prima possibile il discorso salvezza”.

Lazio alla seconda giornata, Inter alla terza, il Milan alla settima e la Fiorentina all’ottava, con tanto di Derby alla sesta L’avvio del campionato 2013/14 per la Juventus è bello tosto, ma per Antonio Conte, che pretende dai suoi uomini la massima concentrazione in ogni gara, l’ordine delle partite ha un’importanza secondaria:«In realtà in un torneo come la Serie A, dove tutte le squadre sono molto preparate tatticamente, commentare il calendario ha poco significato – spiega il mister dal ritiro di Palo Alto – Quando si scende in campo non si deve guardare al nome degli avversari, perché si possono trovare difficoltà contro chiunque se non lo affronti con grande rispetto e preparazione.

Il tecnico del Grifone, Fabio Liverani, ha seguito il sorteggio del calendario della Serie A Tim in presa diretta. In attesa di volare a Genova domani, per la ripresa dell’attività e la partenza mercoledì per la tournée in Inghilterra. Un viaggio-evento per mettere a punto la preparazione e celebrare le origini del club e del calcio italiano, nei festeggiamenti per il 120° compleanno del Genoa. “Ho seguito con curiosità, non con tensione, il sorteggio del primo calendario di serie A da allenatore. Lo stesso stato d’animo di quando ero giocatore. Immaginavo un inizio in salita e così è stato. Sarà un avvio forte, il dazio che dovevo pagare da esordiente… Inter fuori, Fiorentina in casa e, dopo la sosta, il derby. Non avevo richieste da avanzare e obiettivi da inseguire prima della compilazione: per il tipo di campionato che dobbiamo fare, tutti gli incontri presentano quasi le stesse difficoltà. Ero curioso di sapere a quale partita fosse legato l’esordio al Ferraris sulla panchina del Genoa. Sotto il profilo delle attenzioni e delle motivazioni, sarà facile da preparare, se così si può dire, il primo trittico di incontri. Nella Fiorentina poi ci ho giocato, il derby è il derby. Il massimo a livello di stimoli. L’altra squadra di cui ho vestito la maglia, la Lazio, la ritroverò a novembre all’Olimpico. L’ultima partita in casa con la Roma? C’e’ tempo per pensarci”.

Stefano Pioli, tecnico del Bologna, ha commentato così il sorteggio avvenuto in Lega sul calendario: “L’inizio del campionato non sarà facile ma certamente stimolante: nelle prime 6 giornate incontriamo Napoli, Udinese, Milan e Roma. In particolare l’esordio a Napoli è contro una delle squadre più attrezzate del torneo. Da domani ricominceremo la preparazione con l’obiettivo preciso di farci trovare pronti per questo appuntamento e per quelli immediatamente successivi. Sicuramente più equilibrata la parte centrale del calendario, dalla settima alla dodicesima. Le ultime sette, con Inter, Juventus, Fiorentina e Lazio, saranno in salita come l’avvio, ma restiamo sereni e convinti delle nostre possibilità. Da oggi abbiamo un cammino da mettere a fuoco. Tutto il resto dipende da noi”.

La prima gara del campionato 2013-2014 dei viola si svolgerà al Franchi contro il Catania. La chiusura il 18 maggio con il Toro in casa. Mister Montella ha rilasciato alcune brevi dichiarazioni sul calendario della nuova stagione appena stilato dalla Lega Serie A :”Sulla carta ad alcuni potrebbero sembrare partite semplici, quelle di inizio stagione, ma la prima e’ invece già una partita insidiosa . Il Catania e’ squadra rodata , si conoscono a memoria e sviluppano un gioco brillante. Il pubblico di Genova  e’ sempre vicino alla squadra e regala quel qualcosa in più ai calciatori che scendono in campo. In ogni caso prima o poi si devono affrontare tutte le squadre e noi cercheremo di essere al meglio fin dalla prima partita”.violachannel,tv

Un calendario così, forse, neanche il più pessimista lo avrebbe ipotizzato. Non tanto per la partenza, quanto per il finale di stagione. I nerazzurri nelle ultime quattro giornate i campionato, affronteranno tre big match: Napoli, Milan e Lazio. L’ esordio avverrà in casa contro il Genoa domenia 25 agosto. Trasferta a Catania e poi, dopo la sosta per la gara della Nazionale, subito derby d’ Italia contro la Juventus. Primo big match al terzo turno. Visita al Sassuolo alla quarta e altra sfida clou contro la Fiorentina il 25 settembre a San Siro. Cagliari alla sesta e Roma alla settima, giusto per non abbassare mai la guardia.

 Sette giornate, tre big matches. Tra l’ottava e la dodicesima gli incontri non sono proibitivi: Torino, Hellas Verona, Atalanta, Udinese e Livorno. Trasferta a Bologna alla 13ma, poi in casa contro la Sampdoria. L’ 8 dicembre sfida all’ ex  Cassano. Il 15 dicembre parte il tour de force: Napoli, appunto, Milan il 22 dicembre nel “derby del panetun“, come lo ha battezzato Galliani, Lazio nel giorno dell’ Epifania. Ultimo turno contro il Chievo.

Booking.com