Calcio Mercato I tre colpi di Perez per i “Galacticos 2″

I tre colpi di Perez per i “Galacticos 2″

457

Florentino Perez avrebbe individuato in Cristiano Ronaldo, Kakà e Carlo Ancelotti i tre colpi per riconquistare la presidenza del Real Madrid

 

florentino-perezIn principio fu Luis Figo, strappato nel 2000 agli odiati rivali del Barcellona. Il fenomeno portoghese, infatti, fu il primo tassello di quel Real Madrid Galattico che Florentino Perez costruì dal 2000 al 27 febbraio 2006 (giorno delle sue dimissioni) e che ruscì a vincere praticamente di tutto: due titoli di Liga, una Champions League, una Supercoppa europea, una Coppa Intercontinentale e due Supercoppe di Spagna. L’imprenditore spagnolo, infatti, riuscì a far vestire la camiseta blanca ai vari Zinedine Zidane (acquistato dalla Juventus per circa 150 miliardi di vecchie lire), Ronaldo (2002), Beckham (2003), Owen (2004) e Robinho (2005), ma dopo i primi anni di successi la politca di Perez si rivelò controproducente per ii problemi dovuti alla convivenza di tanti campioni.

Adesso, però, l’ambizioso imprenditore spagnolo vorrebbe riprovarci, candidandosi alle prossime elezioni per la presidenza del Real in programma la prossima estate: Perez, infatti, è pronto a riaprire il progetto Galattico, una sorte di “Galacticos 2″. Il primo colpo, quello decisivo per assicurarsi i voti necessari per essere nominato per l’ennesima volta Presidente delle Merengues, dovrebbe essere Cristiano Ronaldo, corteggiato da almeno due anni dal Real. Per convincere il Manchester United e Sir Alex Ferguson, sono pronti circa 70 milioni di euro (‘gentile’ maxiprestito concesso da un gruppo bancario di Santander) ma i desideri di Perez non si esauriscono certamente all’asso portoghese.

Difficile che Juande Ramos resti alla guida tecnica del Real anche l’anno prossimo, è così a Madrid è già scattato il toto-allenatore. Il primo nome sulla lista di Perez è Carlo Ancelotti, allenatore stimatissimo in casa Merengues e che dopo tanti anni di successi con il Milan potrebbe anche decidere di provare un’avventura all’estero. Inoltre quando è il Real Madrid a chiamare, è difficile dire di ‘no’, anche per un allenatore che praticamente ha cucito sulla pelle la maglia rossonera. L’arrivo di Ancelotti, che comunque dovrà battere la concorrenza dei vari Mancini, Wenger e soprattutto Benitez, potrebbe aprire un nuovo scenario di mercato.

Perez, infatti, vuole sbalordire ancora una volta il mondo del calcio portando a Madrid non solo Cristiano Ronaldo ma anche Kakà che potrebbe anche seguire il suo attuale tecnico in Spagna. Il brasiliano, lo ricordiamo tutti, è stato veramente a un passo dal lasciare il Milan nella passata finestra di mercato: l’offerta del Manchester City era già stata accettata dal Milan ma il poco fascino esercitato dal club inglese ha pesato sulla scelta di Kakà di restare a Milano. Ovvio, però, che se fosse il Real a bussare – con la garanzia di Ancelotti allenatore – tutto potrebbe cambiare. Ronaldo-Kakà sarebbe un biglietto da visita incredibile, Perez vincerebbe le elezioni a mani basse e formerebbe probabilmente la coppia attualmente più forte al mondo (Messi permettendo).


Fonte: Alessandro Brunetti / Eurosport

Booking.com