Calcio Italiano Il Palermo vince e avvicina l’Europa

Il Palermo vince e avvicina l’Europa

463

Il salentino segna un rigore e regala momenti di grande spettacolo. Lazio senza grandi stimoli. Con la vittoria il Palermo vede sempre più vicina l’Europa

 

MiccoliIl Palermo stende la Lazio al Barbera e continua nella corsa all’Europa. Miccoli si guadagna e realizza il rigore dopo appena cinque minuti di gioco e Migliaccio raddoppia nel secondo tempo. Risultato giusto ma l’arbitro non concede un gol a Zarate e fischia in modo forse troppo fiscale il rigore.

Parte benissimo il Palermo, subito in avanti con Miccoli e Cavani. Ottimo l’avvio anche di Liverani e Bresciano. Lazio subito in difficoltà e che non prende rischi eccessivi. Il solo Mendicino cerca di creare e spingere in avanti. Passano cinque minuti e passa il Palermo. Miccoli viene messo giù da Kolarov e l’arbitro non ha dubbi nel fischiare il calcio di rigore. Dubbia la decisione. Batte lo stesso Miccoli e realizza il gol del vantaggio. La Lazio cerca di ripartire ma il Palermo è ben messa in campo e ferma senza difficoltà i timidi tentativi laziali. Alla mezzora Diakite si trova tra i piedi il pallone del pareggio ma niente da fare. Liverani libera male in area e il difensore laziale non approfitta. Liverani che pochi minuti dopo si infortuna ed è costretto a lasciare il campo. Finisce il primo tempo senza emozioni.

Seconda parte del match che comincia senza cambi e con il Palermo subito avanti alla ricerca del gol della sicurezza. Dieci minuti della ripresa e ancora Miccoli sfiora il raddoppio. Simplicio avanza per vie centrali, lascia il pallone al salentino che senza pensare lascia partire un tiro forte che termina di poco fuori. Concede poco il Palermo a una Lazio non proprio brillante. Rosanero che sfiorano il gol con Cavani che non arriva bene sul cross basso di Bovo. Laziali che si svegliano solo con l’ingresso di Zarate. Il campione prende l’iniziativa e spazia tra centrocampo e attacco con estrema semplicità. E al settantesimo proprio Zarate supera Amelia, il pallone passa ma il portiere recupera e blocca. Pallone che supera la linea di porta ma l’arbitro dice no. Furioso Zarate viene ammonito. Passano dieci minuti e il Palermo chiude il match. Punizione sulla sinistra e Migliaccio colpisce di testa. Non eccezionale l’uscita di Carrizo.

Palermo quindi che porta a casa i tre punti, fondamentali per l’ Europa. Lazio ormai soddisfatta del proprio campionato e a tratti inesistente al Barbera.


Fonte: Andrea Prete / Eurosport

Booking.com