Coppe Juve, Ranieri con due dubbi: Tiago e Mellberg

Juve, Ranieri con due dubbi: Tiago e Mellberg

473

RanieriRanieri non si è sbottonato. Fedele alle abitudini, ha molto confuso le acque a proposito della formazione che manderà in campo questa sera contro il Chelsea. Quando in aeroporto abbiamo azzardato una battuta fuori dalla sfida di questa sera, ha risposto: «Beato lei che scherza, io qualche pensiero ce l’ho». Eppure la Juve che questa sera cerche­rà di sbarrare il passo agli inglesi di Hid­dink sembrerebbe fatta: la stessa che ha vinto a Palermo con una coppia di attac­canti diversa: Trezeguet-Iaquinta in Si­cilia, Amauri-Del Piero a Londra. Evidentemente allora Ranieri ha qual­che dubbio. Il primo è sicuramente quel­lo dell’esterno destro. Pensando a una partita molto fisica e alla presenza di Drogba e Anelka nelle file nemiche, Claudio potrebbe schierare Mellberg sulla corsia di destra al posto di Gryge­ra che oltretutto ultimamente non è sem­brato in condizioni di forma strepitose.

DUBBIO TIAGO – Con questa soluzione la squadra avreb­be di sicuro meno spinta, ma un marca­tore di livello in più per opporsi alla grande forza d’urto del Chelsea. Un altro particolare potrebbe spingere Claudio a questa soluzione: Mellberg conosce mol­to bene la squadra inglese contro la qua­le ha giocato (nelle file dell’Aston Villa) sino all’anno scorso e oltre a questo lo svedese almeno in Inghilterra ha sem­pre giocato come esterno difensivo di destra e con ottimi risultati visto che nel­la Premier League è sempre stato nei primi psti nelle classifiche di rendimen­to. Il secondo dubbio di Ranieri è nel cuo­re del campo. Fuori discussione Momo Sissoko (che è anche particolarmente motivato dal ritorno in Inghilterra dove non è riuscito a sfondare), resta il dubbio Tiago. Il portoghese ha convinto, si è in­serito alla grande dopo una stagione molto grigia sino a diventare un punto di riferimento importante per la Juve. Però questa sera sarà battaglia fisica e allora l’allenatore bianconero si sta chie­dendo se non sia il caso di rinunciare a Tiago per mettere in campo Marchisio oppure Poulsen che sul piano agonistico offrono qualche cosa in più rispetto al centrocampista di Viana do Castelo.


Fonte: Corriere dello Sport di Luciano Bertolani

Booking.com