Calcio Estero La Liga – Real forza sette: Higuain decisivo

La Liga – Real forza sette: Higuain decisivo

582

Settima vittoria di fila per le Merengues sotto la guida di Juande Ramos: battuto il Racing Santander 1-0 al termine di una sfida davvero combattuta

 

higuainIn Spagna il padrone di questa stagione è senza dubbio il Barcellona, ma se il tecnico catalano Guardiola ammette di aver “perso un po’ di brillantezza” nelle ultime partite, dall’altra parte c’è un Real Madrid che prova a non mollare nonostante il distacco in classifica rimanga apparentemente incolmabile.

Sette vittorie di fila per le Merengues del nuovo allenatore Juande Ramos, ultima delle quali quella per 1-0 contro il Racing Santander. Partita dura al Bernabeu, con il Real che parte forte ma non riesce a concretizzare una valanga di palle gol nel primo tempo, con il solito Robben a seminare avversari tra destra e sinistra.

Il gol madridista arriva al minuto 50 e porta la firma di Gonzalo Higuain, freddo nella battuta di destro davanti al portiere sulla sponda di testa di capitan Raul. L’1-0, però, tranquillizza fin troppo il Real che soffre tantissimo nel finale, rischiando più volte sulle incursioni di Zigic e Jonathan Pereira. Dopo l’1-2 contro il Barcellona, arriva quindi un’altra sconfitta di misura per la squadra cantabrica che si merita gli applausi di tutti i tifosi neutrali ma esce dal campo ancora una volta senza punti.

Successo prezioso, invece, per il Real Madrid che si riporta a -9 dal Barça mettendo un po’ di pressione addosso ai catalani e cementando soprattutto la piazza d’onore, quella che sembra la posizione di vertice nella classifica degli “umani”.

Il Siviglia, infatti, rimane al terzo posto ma perde malamente il derby contro il Betis nel secondo anticipo di questo sabato di Liga (e ora è a -9 dal Real, con il rischio concreto di essere scavalcato dal Valencia). Match equilibrato e combattuto al Sanchez Pizjuan, almeno fino al 68′, quando Duscher si fa espellere per somma di ammonizioni. Due minuti dopo, allora, Sergio Garcia porta in vantaggio il Betis con un tocco morbido di destro e l’altro ex Saragozza Ricardo Oliveira (“figliol prodigo” al nuovo esordio in maglia biancoverde) chiude i conti all’85’. Il gol della bandiera di Kanouté in pieno recupero non serve a nulla: 2-1 e trionfo del Betis al Sanchez Pizjuan dopo 13 anni!

Fonte: Luca Stacul / Eurosport

Booking.com