Nazionale Italiana Repubblica Ceca-Italia finisce 0-0: Azzurri fuori forma, Buffon salva il risultato. Espulso...

Repubblica Ceca-Italia finisce 0-0: Azzurri fuori forma, Buffon salva il risultato. Espulso Balotelli

603

Possiamo dire quanto vogliamo che l’obiettivo più importante è la qualificazione al prossimo Mondiale, ma se le gambe sono queste è difficile uscire a testa alta anche da una partita come quella di questa sera in Repubblica Ceca. Una partita in cui l’Italia non va oltre lo 0-0, denunciando gambe appesantite enormemente dalla preparazione atletica focalizzata sulla Confederations Cup in programma dalla prossima settimana.

balotelliUn fattore importante, ancor più di quello psicologico. Anche perché la testa – vedere alla voce Mario Balotelli, espulso per doppia ammonizione al 71’ – nel caso di singoli non ha aiutato affatto. Basta questo per capire che, in fondo, questo pareggino fortunoso può andar più che bene. Anche perché così la Nazionale allunga a +4 sulla Bulgaria seconda nel Gruppo B di qualificazione ai Mondiali, con la conferma del +5 sulla Repubblica Ceca terza a quattro partite dal termine.

SI TORNA AL 4-3-1-2 Cesare Prandelli conferma le indiscrezioni della vigilia e abbandona l’esperimento del 4-3-3 per tornare al 4-3-1-2 dello scorso Europeo, con il tridente milanista composto da Montolivo sulla trequarti e il duo Balotelli-El Shaarawy in prima linea. In difesa, invece, prevale il blocco juventino con Bonucci, Barzagli e Chiellini (terzino sinistro) davanti a Buffon, oltre ad Abate terzino destro. Confermato il centrocampo titolare: Pirlo in regia, De Rossi e Marchisio interni. Per un totale di sei juventini, quattro milanisti e un romanista.

MONOLOGO CECO, L’ITALIA RISCHIA A Praga si parte su ritmi alti, in un confronto che da subito propone continui ribaltamenti di fronte. L’Italia, però, ha il fiato corto e dopo una decina di minuti finisce per subire le iniziative dei padroni di casa. Al 10’ Buffon chiude in sicurezza su un tentativo dal limite di Darida, mentre un minuto dopo Abate sfiora l’autogol in modo rocambolesco per anticipare Kozak e al 12’ il portiere azzurro è costretto a superarsi in uscita bassa su Jiracek. L’Italia non esce più e soffre ancora. Al 18’ Rosicky spara a lato di poco un tiro in solitaria sugli sviluppi di un corner, mentre al 25’ la Repubblica Ceca protesta per un intervento scomposto di Abate su Kozak in area. Le cose sembrano mettersi male, ma il possesso palla che torna finalmente a dare segnali di vita permette agli Azzurri di uscire dalle secche e portare a casa il primo tempo indenni. Senza alcuna occasione da rete creata – anche perché Balotelli nel recupero ignora Montolivo solo in area – e con la sensazione di avere gambe troppo pesanti per pungere negli ultimi 25 metri.

ESPULSO BALOTELLI, FINISCE 0-0 Prandelli rimpiazza subito uno spento El Shaarawy con Giovinco. La Formica Atomica dà un pizzico di vivacità conquistando qualche punizione a centrocampo, ma Balotelli non è in partita e l’Italia non punge mai. Le uniche conclusioni sono sparate dai 30 metri e l’autore è Montolivo, che non spaventa mai Cech. Ben altro discorso dall’altra parte, lì dove Buffon fa un altro prodigio su Kozak al 61’ e non manca all’appello sempre sul centravanti laziale sei minuti dopo. Il migliore degli Azzurri è lui, il peggiore è Balotelli che tra 68’ e 71’ commette due falli di pura rabbia. Con altrettante ammonizioni, viene cacciato lasciando l’Italia in dieci negli ultimi minuti di passione. Prandelli rimpiazza un Pirlo in panne con Aquilani, ma la situazione non cambia. E Jiracek all’83’ colpisce un palo clamoroso da un passo. Fortunata l’Italia, sfortunata la Repubblica Ceca. Finisce 0-0, un brodino che avvicina comunque gli Azzurri a una seconda estate brasiliana.

Booking.com