Mondiali Brasile 2014 Nazionale Italiana, Ufficiale: Prandelli rinnova, ora i “23”

Nazionale Italiana, Ufficiale: Prandelli rinnova, ora i “23”

Nazionale Italiana, Ufficiale: Prandelli rinnova, ora i "23"Nazionale Italiana, Ufficiale: Prandelli rinnova, ora i “23”. Dalle parole ai fatti, così è stato. Dopo l’accordo raggiunto sulla parola e la stretta di mano, oggi è stato il giorno della firma: la Figc e il commissario tecnico Cesare Prandelli insieme fino al 2016.

Nazionale Italiana, Ufficiale: Prandelli rinnova. Mancava solo l’ufficialità, è arrivata oggi a Coverciano dove la Nazionale Italiana si è nuovamente radunata in vista dei Mondiali in Brasile. A darne l’annuncio è lo stesso Cesare Prandelli in conferenza stampa:

“Sì sì, è ufficiale. Fino agli Europei. Vi abbiamo spiazzati. Il ritardo era dovuto al fatto che stavamo firmando il contratto. Non entriamo nei dettagli sul futuro perché abbiamo un obbiettivo troppo importante. Da settembre potremo parlare dei coinvolgimenti. Il tempo era necessario perché la Federazione voleva coinvolgermi sui diritti d’immagine, visto che abbiamo fatto molte iniziative e mi sembrava giusto andare incontro alla Federazione. Non credo che questo rinnovo sia una garanzia per i giocatori, perché i giocatori dovrebbero avere una motivazione straordinaria, senza essere condizionati da nulla”.

 La prima domanda è su Balotelli“È inaccettabile che venga offeso per il colore della pelle. L’altro giorno 99 persone lo applaudivano e un deficiente lo ha offeso. Ma uno solo non dovrebbe far notizia. Non avevamo dubbi, comunque, che Firenze avrebbe risposto con solidarietà”. 

 Si è parlato dei magnifichi “23”: “Non ho ancora deciso: devo ancora aspettare di capire come i giocatori reagiranno ai carichi di lavoro. Dopo la partita di sabato con l’Irlanda daremo i 23 convocati”.

 “I giocatori non devono porsi limiti: tante volte non basta avere la personalità, ma bisogna proporre un calcio che valorizzi le qualità dei nostri calciatori. La sorpresa, l’ho detto anche ai calciatori, è stata la sopportazione, non soltanto fisica, ma psicologica. Quando l’allenamento dura tanto, un calciatore può pensare ad altro”. 

 Gli è stato chiesto anche di Pepito Rossi“Ho visto un ragazzo che sta facendo grandissimi sacrifici e che sta sognando ad occhi aperti. Questo è un messaggio per tutti i componenti della squadra”. 

 Si parlato anche dei social network: “Abbiamo deciso di lasciare la massima libertà a tutti di esprimersi. Avranno la massima libertà di rapportarsi coi tifosi”.

Ha parlato anche dei troppi stranieri: “La priorità assoluta è la concentrazione sul Mondiale. È comunque un problema del calcio italiano, delle società, non solo della Federazione. Se in una finale di Champions League c’erano moltissimi spagnoli, questo è significativo” 

CLICCA QUI  PER IL CALENDARIO COMPLETO DI TUTTE LE PARTITE

 

Booking.com