Calcio Italiano Ranieri: “Una grande Juve Ma il pari ci penalizza”

Ranieri: “Una grande Juve Ma il pari ci penalizza”

639

Il tecnico bianconero non ha nulla da rimproverare ai suoi dopo l’1-1 con la Sampdoria. “Abbiamo creato molto, ma siamo stati sfortunati. Comunque se la squadra gioca così sono sereno. Ci servivano i tre punti, ma tutta la stagione è ancora in gioco”. Amauri sul tormentone Nazionale: “Deciderò quando mi arriverà una vera convocazione”

 

RanieriDoveva essere la giornata giusta per riavvicinarsi all’Inter. Invece il pareggio con la Samp ridimensiona le ambizioni scudetto bianconere. Claudio Ranieri fa buon viso a cattivo gioco: “Quando costruisci così tanto e non fai gol, rischi di perdere la partita, siamo stati bravi a pareggiarla. Buon per noi. I ragazzi hanno fatto un’ottima partita, non ho nulla da dire a loro. Il gol preso? Bisogna dare i meriti agli avversari, ma qualcosa di grosso ce l’abbiamo messo sicuramente. Vedremo di migliorarci ancora”.

EMERGENZA CONTINUA – Mancava Trezeguet ma il tecnico non cerca scuse. “Abbiamo fatto bene, non mi è mai piaciuto dire manca questo e manca l’altro, anche perchè conviviamo con questa situazione da mesi. Giovinco è riuscito a fare grandi cose, ai ragazzi non posso rimproverare nulla”. La battuta d’arresto che potrebbe però pesare in classifica. “Purtroppo noi dobbiamo fare sempre 3 punti e sperare che gli altri si fermino. Noi dobbiamo essere positivi, si entra nel clou del campionato e ricomincia la Champions League”.
SFORTUNA – Sul periodo della squadra il tecnico bianconero aggiunge:”Dobbiamo giocare sempre al massimo delle nostre possibilitá. Era tanto tempo che non vedevo la mia squadra avere tante occasioni da gol, ci sono dei momenti d’oro in cui magari fai poco e tutto ti viene facile, e altre volte in cui non ti viene facile. La squadra poteva arrendersi e invece ha reagito. Non saremo al 110%, ma siamo vicini perchè se nel secondo tempo mettiamo sotto le nostre avversarie, qualcosa di buono c’è”.
MERCATO – La buona prova di Cassano rilancia le voci che vorrebbero il barese alla Juve. “Se serve o meno ne parlo con i miei dirigenti. Sta facendo un ottimo campionato, nessuno ha mai messo in dubbio le sue qualitá, ma noi abbiamo ottimi attaccanti”, ha risposto Ranieri che non si sbilancia sul fatto se serva più un giocatore alla Diego o alla Cassano. “Sono due ottimi giocatori, uno è un trequartista, l’altro è una seconda punta. Noi abbiamo quattro splendidi attaccanti. Se la societá me ne vuole regalare un altro, non dico no comunque”.
DERBY – Ranieri non vedrá il derby tra Inter e Milan questa sera: “Non lo vedrò, lo giuro, sono in viaggio”. E in vista della sfida di Champions con il Chelsea non si aspettava l’arrivo di Hiddink sulla panchina dei Blues. “Da quando la Russia ha preso Hiddink si sapeva che prima o poi sarebbe andato al Chelsea, ma non credevo che Scolari non finisse il suo contratto. Ferguson ha detto che il calcio inglese sta cambiando e anche lì arriverà il modello Italia”.
AMAURI – Dopo aver parlato della partita (“per la Juve non è ancora finita”) Amauri torna sul tormentone nazionale: “Si sono fatte troppe speculazioni sulla mia vicenda. Non mi piace fare polemiche, io preferisco far parlare il campo. Io poi non devo decidere niente, non tocca a me, quando mi arriverà una convocazione del Brasile e dell’Italia allora deciderò, ma che sia una convocazione al 100%”. Perchè in realtà la Juventus la convocazione di Dunga non l’ha mai ricevuta. “Comunque la società ha deciso così, ha parlato con me, era anche un momento particolare perchè eravamo reduci da due sconfitte consecutive. Hanno ritenuto giusto fare così, anche perchè di questa convocazione si è solo parlato ma non è mai arrivata. Io comunque, sono molto felice, perchè credo che non sia mai successo a nessun giocatore essere conteso da due delle nazionali migliori al mondo”.
Fonte: Gazzetta dello Sport
Booking.com