Calcio Italiano Serie A – Atalanta-Catania: obiettivo riscatto

Serie A – Atalanta-Catania: obiettivo riscatto

568

Reduci da una sconfitta nell’ultimo turno di campionato, le squadre di Del Neri e di Zenga vogliono tornare al successo

 

AtalantaGigi Del Neri ha un conto in sospeso con il Catania ripensando a quel 27 maggio 2007, quando, sul neutro di Bologna, il suo Chievo Verona affrontò siciliani nello scontro diretto per la salvezza: perse 2-0 , i veneti scesero in B, e Del Neri fu costretto a incassare l”unica retorcessione della sua carriera.

Le possibilità di ‘vendicare’ la dolorosa sconfitta di allora non sono remote considerando quanto ha fatto vedere l’Atalanta davanti al pubblico amico (escludendo l’ultimo ko interno con il Bologna) nonché le performance più recenti del Catania, che hanno visto la formazione di Zenga raccogliere il magro bottino di 2 pareggi e 7 sconfitte nelle ultime 10 gare. Oltretutto, i rossazzurri non vincono in trasferta dal 29 aprile 2007 quando la spuntarono di misura sul campo dell’Udinese.

Se Del Neri deve esorcizzare i fantasmi del passato, l’Atalanta ha l’obbligo di riprendere il cammino interrotto contro il Bologna e prima ancora in casa del Siena. Come se dopo il trionfo con la capolista Inter, i bergamaschi avessero tirato il freno a mano… Per Ferreira Pinto due sconfitte consecutive possono bastare. “Domenica contro il Catania serve la vittoria: non sono ammessi altri risultati ammonisce il brasiliano – E’ un periodo in cui raccogliamo meno di quanto seminiamo. Anche mercoledì sera abbiamo costruito diverse occasioni, io stesso sono arrivato sotto porta senza riuscire a metterla dentro. L’unico modo per dimenticare questa parentesi negativa è guardare avanti e conquistare il bottino pieno con il Catania, che condivide con noi posizione in classifica e obiettivi: dobbiamo salvarci e per riuscirci non basta battere l’Inter. Le gare che contano sono queste”.

Ferreira Pinto si trasforma poi in difensore del portiere Coppola, sotto accusa dopo gli errori con il Bologna. “Di Coppola si è parlato fin troppo, con lui abbiamo fatto 27 punti e andrà avanti da titolare fino al termine della stagione. Non c’é nessuno che non abbia fiducia in lui”.

Ma Del Neri stavolta sembra orientato diversamente: domenica potrebbe concedere al portiere titolare una pausa di riflessione e dare spazio al giovane Andrea Consigli, che festeggerebbe l’esordio in serie A. Mancherà sicuramente Doni, squalificato. Al suo posto dovrebbe esserci Valdes, ma anche Vieri è in lizza per una maglia da titolare. Sulla sponda opposta Zenga può contare sul recupero di Biagianti (reduce da una distorsione alla caviglia) e sul rientro dalla squalifica di Izco e Carboni.


Fonte: Eurosport

Booking.com